CINEMA

Le “Città di Carta” dello scrittore John Green arrivano al cinema con Cara Delevingne

Città di Carta poster 2015 internettualeAd un anno da Colpa delle Stelle, è arrivato nelle sale cinematografiche Città di Carta, secondo film tratto da un omonimo romanzo dello scrittore John Green, Paper Towns. Ma dimenticate amori impossibili, malattie terminali e affascinanti città europee, perché questa volta la storia ruota fondamentalmente intorno ad un’amicizia, dove l’amore gioca quasi un ruolo marginale, inteso come scoperta di sé stessi, come sensazione di libertà e di vita. Dopo tanti camei e piccoli ruoli, la modella Cara Delevingne è alla sua prima vera prova d’attrice, ed è perfetta nel ruolo della ribelle Margo, reginetta della scuola un po’ “borderline” alla ricerca di una rivalsa e affascinata da misteri e indovinelli. Con lei il giovane Nat Wolff, protagonista assoluto, dopo il piccolo ruolo tragicomico dell’amico cieco proprio in Colpa delle Stelle nel 2014.

Con una colonna sonora originale che rievoca un po’ il sound degli anni ’80, il film è a tratti un po’ lento, e pare decollare davvero soltanto dopo i primi trenta minuti di pellicola.

Quentin Jacobsen è innamorato di Margo sin dall’infanzia. Una notte la ragazza entra dalla sua finestra e gli fa vivere un’avventura surreale, il cui ricordo l’accompagnerà per tutta la vita: la vendetta, da parte di Margo del suo ragazzo fedifrago (con la sua migliore amica) e di tutta la cerchia di amici che hanno contribuito a coprire la tresca amorosa tra i due. Spaventato ed affascinato dalla libertà di quella ragazza che si sente soffocare ne vivere in una città di carta, una città senz’anima, Quentin sente, dopo tanti anni, che la felicità è davvero ad un passo da lui, e che può essere finalmente felice trovando in sé stesso il coraggio di amare la ragazza dei suoi sogni e sentire l’adrenalinica sensazione di sentirsi finalmente vivo. Ma il giorno dopo Margo sembra scomparire nel nulla, lasciando a lui una serie di indizi che porteranno il protagonista, e i suoi amici, in un viaggio on the road fino a New York sulle tracce della ragazza che ama, scoprendo il valore dell’amicizia e ritrovando il coraggio di essere sé stesso, perché, come dice la stessa Margo in una scena del film, “devi perderti prima di ritrovare te stesso” e forse per trovare quelle “città di carta” che s’inventavano i cartografi per scoprire se le proprie mappe venissero copiate, e che nella storia diventano luoghi in cui rifugiarsi e, come dice il poster, perdersi e ritrovarsi.

Annunci

1 thought on “Le “Città di Carta” dello scrittore John Green arrivano al cinema con Cara Delevingne”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...