ART NEWS

Il Museo del Bardo rivive ad Aquileia

È uno dei luoghi simbolo di questa guerra “santa” che da anni ormai i jihadisti stanno combattendo contro l’occidente per imporre la sharia, quella violenta legge con cui si sono autoassolti per le teste tagliate e le vittime fatte (ignobilmente) in nome di Allah. Stiamo parlando del Museo del Bardo, in Tunisia, divenuto scenario di morte per oltre 25 persone nel solo museo lo scorso 18 marzo 2015 (per un totale di 140 vittime), messo un po’ in ombra dal recente attentato di Parigi.

Il museo vanta la più ampia e ricca collezione di mosaici romani del mondo, risalenti al II – IV secolo, di grande fattura e perfettamente conservati.

Oggi il museo entra a far parte di un progetto, il Bardo ad Aquileia, destinato a crescere nel tempo, per far sì che il mondo non dimentichi, non solo quel terribile giorno, ma anche lo straordinario valore delle opere ancora esposte nelle sale del museo tunisino. La celebre testa dell’imperatore Lucio Vero risalente al II secolo d.C., ritrovata a Thugga, la statua di Giove, i mosaici con i lottatori nudi o il grande ritratto della Dea Cerere sono solo alcuni dei tesori che dal 6 dicembre al 31 gennaio saranno esposti nel Museo Archeologico della città friulana. Otto opere in tutto, per quella che si preannuncia come la prima tappa di un percorso destinato a continuare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...