ART NEWS

Vespa, le foto delle avventure impossibili in 70 anni di mito italiano

È impossibile non pensare subito a lei ricordando il film Vacanze Romane con Audrey Hepburn. Nata nel 1946 è diventata in pochi anni il simbolo per antonomasia dell’italianità, celebrata dalla cinematografia internazionale che ne ha fatto vera e propria icona del nostro paese. Stiamo parlando della Vespa, celebre scooter della Piaggio che domani, 23 aprile, compirà 70 anni. Il suo nome, diventato famosissimo in tutto il mondo, fu probabilmente dato per caso dallo stesso imprenditore italiano Enrico Piaggio, il quale, guardando il motociclo 98 inventato dall’ingegnere Corradino D’Ascanio, avrebbe esclamato “Sembra una vespa!”, trovando delle analogie tra l’insetto e le forme della carrozzeria del motoveicolo visto dall’alto, ma anche per il rumore del motore, simile al ronzare del piccolo insetto alato.

Negli anni il suo successo è stato tale da essere considerato separatamente da tutti gli altri marchi appartenenti al gruppo Piaggio. La sua nascita infatti fu orientata dalla volontà di offrire un veicolo per tutti, che coniugasse la qualità ad un prezzo che ben si adattasse alle esigenze del secondo dopo guerra. Il prezzo, di 68.000 lire circa, avallato dalla possibilità di un pagamento rateale, permise agli italiani di spingersi verso una motorizzazione di massa, anticipando persino l’arrivo di un’altra grande protagonista del XX secolo, la Fiat 500.

Il suo design è stato, ed è, espressione del tempo che passa, ed ha saputo evolversi esprimendo un gusto, tutto italiano, diventato cult, e fa parte delle collezioni permanenti della Triennale Design Museum di Milano e del MoMA di New York.

A lei oggi il Museo Piaggio di Pontedera (a Pisa) dedica una mostra fotografica, per celebrare questo importante compleanno. Un’avventura lunga 70 anni, questo il titolo dell’esposizione che da oggi fino al prossimo 4 giugno ripercorre la storia dello scooter, non solo come mezzo di trasporto cittadino, immancabile nelle gite fuoriporta o le vacanze al mare, ma mostrandone l’anima da viaggiatore, che ha saputo farsi fedele compagna di viaggio di tanti giovani che l’hanno scelta come mezzo per attraversare terre lontane.

Mostra al museo Piaggio 'Un'avventura lunga 70 anni' per 70/o Vespa

Famose le imprese degli spagnoli Antonio Veciana e Santiago Guillén che girarono il mondo in 79 giorni, la mitica 150 con cui il giornalista Roberto Patrignani fece una spedizione Milano-Tokyo per le Olimpiadi in Giappone nel Mostra al museo Piaggio 'Un'avventura lunga 70 anni' per 70/o Vespa1964, o le PX dello scrittore Giorgio Bettinelli e dei suoi incredibili viaggi negli anni ’90 dall’Alaska al Sudafrica.

La rassegna è a cura di Enrico Agonigi, che ha messo insieme anche le testimonianze lasciate alla Fondazione Piaggio attraverso i suoi canali social, coinvolgendo anche i viaggiatori di oggi che sono protagonisti dell’esposizione: «l’intrepida protagonista delle avventure di un immenso numero di viaggiatori, e di molti esploratori che hanno affrontato vere e proprie imprese – dicono gli organizzatori – consolidando il forte senso di appartenenza di una comunità di globetrotter sempre più appassionata».

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...