ART NEWS, CINEMA

Debutta il 24 maggio a Roma “La Traviata” di Sofia Coppola con i costumi di Valentino

Debutta il 24 maggio al Teatro Costanzi di Roma La Traviata di Verdi, che vede alla regia l’italoamericana premio Oscar Sofia Coppola.

L’Opera e il cinema, due realtà parallele che s’incontrano di tanto in tanto come pianeti che danzano nello spazio. Ed è una Traviata molto attesa quella della regista al suo debutto nella lirica, che si avvale delle scenografie di Nathan Crowley, già scenografo de Il Cavaliere Oscuro, e dei costumi di uno dei massimi nomi dell’haute couture italiana, Valentino, che per l’occasione è ritornato personalmente a disegnare i costumi dei ruoli principali, lasciando invece a Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, direttori creativi della sua maison, i costumi di Flora e del coro, realizzati in collaborazione con la sartoria del Teatro dell’Opera.

Marie Antoinette Sofia Coppola Traviata Opera Roma - internettualeUn’idea che nasce dallo stesso Valentino Garavani, che ha fortemente voluto la regia della Coppola dopo averne ammirato la trasposizione in chiave pop della biografia della regina di Francia in Marie Antoinette con Kirsten Dunst.

La storia è ormai un classico. La giovane, ma cagionevole, Violetta Valéry, corteggiata donna della nobiltà parigina di metà Ottocento, si innamora per la prima volta, ricambiata, del giovane Alfredo, la cui relazione è fortemente osteggiata dal padre di lui, che si oppone all’idea che il figlio possa sposare una donna dal torbido passato.

A dirigere l’orchestra ci sarà invece il maestro cremonese Jader Bignamini, direttore associato della Verdi di Milano. A interpretare Violetta ci sarà Francesca Dotto e Maria Grazia Schiavo, mentre Alfredo avrà il volto, e la voce soprattutto, di Antonio Poli, Arturo Chacón-Cruz e Matteo Desole.

E se per ora nulla o poco è dato sapere, di una cosa è certo il Ministro Dario Franceschini che in questi giorni ha incontrato la Coppola: «Un accostamento di sicuro successo che si potrebbe ripetere anche in futuro» e che per ora sarà replicata per quindici volte fino al prossimo 30 giugno.

Quella che si preannuncia come una sontuosa messa in scena della nota opera verdiana, si propone di avvicinare i giovani al mondo della lirica, con la freschezza apportata dalla regista di film cult quali Il Giardino delle Vergini Suicide e Bling Ring, e l’estro creativo, tutto italiano di Valentino Garavani e della sua prestigiosa casa di moda che aggiungono alla storia ispirata al romanzo La Signora delle Camelie del francese Alexandre Dumas (figlio) un tocco glamour e contemporaneo.

Maggiori informazioni al link.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...