MUSICA

Lady Gaga pubblica “Perfect Illusion” e ricorda molto un’altra hit di Madonna

È destinato a far discutere Perfect Illusion, nuovo attesissimo singolo di Lady Gaga, che ritorna a due anni da Applause e da un album, ARTPOP, che aveva un po’ tradito le aspettative di vendita.

Ma in questi due anni Miss Germanotta non se n’è rimasta in panciolle, e nel frattempo ha portato a casa un Grammy Awards come Best Traditional Vocal Album, incidendo un disco, Cheek to Cheek, in coppia con Tony Bennett, e addirittura una nomination agli Oscar come miglior canzone per il brano Til it happens to you, colonna sonora del documentario The Hunting Ground, che parla della violenza sessuale nei campus universitari americani. Ma in questi anni Lady Gaga ha trovato anche il tempo di recitare in serie TV cult come American Horror Story: Hotel, vincendo per il suo ruolo un Golden Globe come miglior attrice in una serie televisiva.

Perfect Illusion arriva dunque dopo due anni di silenzio, musicali, e un periodo ugualmente ricco, riportandoci quella Gaga-cantante che tutti abbiamo imparato a conoscere in questi anni.

Il singolo anticipa un album, ancora senza titolo, la cui pubblicazione pare sia prevista per il 2017, e per la quale, secondo le prime indiscrezioni, dovremo ancora aspettare il lancio di altri due brani nei prossimi mesi prima dell’uscita.

lady-gaga-perfect-illusion-single-cover-internettualePerfect Illusion inaugura una nuova Gaga-Era, come anticipato dalla stessa artista più volte nelle passate settimane. Più rock, aggressiva, meno pop e forse vagamente meno dance.

Eppure come già fu per Born this way, ad oggi la hit di maggior successo dell’artista di origine italiana, anche Perfect Illusion risente, forse un po’ troppo, dell’indiretta influenza di Madonna.

Se Bortn this way infatti ricordava a primo impatto Express Yourself, riprendendone le note e il significato, Perfect Illusion, che parla di un amore finito, di questa “perfetta illusione” in linea con gli amori estivi finiti agli inizi di settembre, ricorda invece già nelle prime note del ritornello quella Papa don’t preach del 1986, in cui Madge cantava il delicato, quanto peraltro attualissimo, tema della gravidanza adolescenziale e dell’aborto.

Non sono mancante le prime reazioni sui forum di musica che hanno immediatamente notato l’assonanza, dividendo il popolo della rete, e dei fan, tra chi non vuole assolutamente notare il plagio, o l’omaggio a seconda dei punti di vista, e chi pensa che siano assolutamente identiche.

Insomma che Germanotta abbia rieditato in chiave rock un vecchio successo di Miss Ciccone o no, ai fan poco importa. Lady Gaga è finalmente tornata, ma noi speriamo che nel suo prossimo album oltre questa perfetta illusione, è proprio il caso di dirlo, ci sia molto di più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...