CINEMA

Il cinema in 3D esisteva già nel 1903

Altro che Avatar, Pandora e l’esercito di Na’vi. Se la cinematografia contemporanea è concorde nel ritenere che sia stato James Cameron ad apportare il 3D al cinema, i più dovranno ricredersi, quando scopriranno che la terza dimensione è in realtà una invenzione del 1903. Il primo film 3D della storia sarebbe infatti Il Calderone Infernale di Georges Méliès, datato 1903, poco meno di un decennio dopo l’invenzione del Cinématographe, inventato dai Fratelli Lumière nel 1894.

Sono oltre 140 i titoli che dagli inizi del secolo scorso fino agli anni ’80 sono stati prodotti con questa tecnologia, toccando tutti i generi della moderna cinematografia: dall’horror al western, dal musical all’animazione.

A parlare di questa pagina poco nota del cinema, e della ricerca di tridimensionalità a partire dalla nascita stessa del cinema, è la piattaforma satellitare SKY, che crea per l’occasione il canale Sky 3D Vintage. Un progetto editoriale unico nel suo genere, che a partire da sabato 8 ottobre fino a domenica 16 proporrà tutte quelle pellicole che hanno fatto la storia di questa tecnologia dai primi esperimenti all’anaglifo bicolore rosso-blu, fino all’attuale 3D stereoscopico.

Un viaggio nel mondo del cinema attraverso quelle pellicole che ne hanno fatto la storia anche della sua tecnologia, e che gli abbonati di Mardoch potranno vedere sul canale 150 e, per il weekend di lancio anche in alta definizione su Sky Cinema 3D Vintage HD al numero 304.

Un’importante evento culturale che è patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del TurismoDirezione Generale Cinema guidata da Nicola Borrelli.

avatar-3d
Avatar, 2009 – James Cameron

Questa operazione è il frutto di due intensi anni di ricerca, durante i quali si è ripercorso a ritroso la storia del cinema, dei suoi protagonisti e di tutti quei materiali, distributori, protagonisti che l’hanno reso possibile.

Cantine, archivi, teche sono state setacciate per scoprire dei veri e propri tesori nascosti o troppo spesso dimenticati, alcuni dei quali ritornano a nuova luce dopo attenti interventi di restauro, per renderli compatibili con l’attuale tecnologia 3D.

Tantissimi i titoli per questo evento senza precedenti, da I Viaggi di Gulliver del 1939 a Delitto Perfetto del maestro del brivido Alfred Hitchcock fino a cult anni ’90 come Top Gun, che ritorna a trent’anni dalla sua uscita nelle sale.

Sono tanti i nomi, spesso illustri, di chi desiderava andare oltre già nel corso del ‘900, e trovare nuovi modi di fare cinema e realizzare film: da Clint Eastwood a Rita Hayworth, da Andy Warhol a Meg Ryan arrivando a Totò.

Aneddoti, curiosità, vere e proprie notizie rimaste celate di un mondo cinematografico che ha ancora tanto da dire nelle sue nuove forme e molteplici contenuti.

Un lungo lavoro di ricerca e un tuffo nel mondo della settima arte che sarà raccontato dal documentario Viaggio nel Cinema in 3D – Una storia Vintage, che sarà trasmesso sabato 8 ottobre in prima serata su Sky 3D Vintage, Sky Cinema 3D Vintage e Sky Arte HD, con la suadente voce narrante dell’attore e regista Sergio Castellitto: «Con Sky 3D Vintage, progetto editoriale senza precedenti che ha ottenuto il Patrocinio del Mibact – Direzione Generale Cinema – dice Andrea Scrosati, Executive Vice President Programming di Sky Italia – abbiamo voluto raccontare, ancora una volta in una chiave unica e inedita, un capitolo della storia del cinema poco noto e mai raccontato prima, che è il cinema in 3D».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...