INTERNATTUALE

Viviamo in una società che non vuole crescere e invecchiare

Qualche giorno fa, in metropolitana, osservavo una ragazza: sedici anni circa, insieme alle sue amiche si scattava un selfie con la cosiddetta bocca “a culo di gallina”. Una smorfia simpatica a metà strada tra un broncio malizioso e un bacio. Mi è tornato in mente quando persino Laura Pausini su instagram aveva condiviso un’immagine simile alla soglia dei quarant’anni.

Così ho cominciato a riflettere sui comportamenti dell’uomo e sull’età.

Mi sono accorto che persino le donne di cinquant’anni oggi si pongono il problema di un like su facebook come metro di misura per piacere ad un uomo, mentre ci scattiamo foto così filtrate da renderci irriconoscibili, che se dovessimo sparire per Chi l’ha visto? sarebbero ca**i per ritrovarci.

Questa settimana Monica Bellucci su Vanity Fair ha detto di non temere il tempo che passa e che una donna oggi può essere bella anche a 70 anni. E a giudicare Jane Fonda, che di anni invece ne ha 80, è proprio così.

Ma è questo che ci sta accadendo? Viviamo in una società fluida senza tempo dove tutti ci sentiamo eternamente dei ragazzini?

È come se l’uomo volesse fermare la propria età al traguardo dei 30, anche quando quel giro di boa è ormai passato da un pezzo. Prendi Madonna, che continua a saltare giù (letteralmente) dal palco al pari di Lady Gaga o Ariana Grande a circa sessant’anni, quasi a voler continuamente affermare quel primato di mito incorporeo senza tempo; o Cher, che di tour dell’addio ne ha fatti almeno tre, per altrettante decadi, annunciando ogni volta di ritirarsi dalle scene per poi ritornare più photoshoppata e botulinica al grido di uno stagionato “Girl Power”.

Negli anni ’90 Isabella Rossellini ricevette una lettera di licenziamento da Lancôme nel giorno del suo quarantesimo compleanno: paradossalmente troppo vecchia per continuare a sponsorizzare una crema antirughe.

Ma oggi una donna a quarant’anni sembra (ri)vivere una piena pubertà. Lo sa bene forse Lory Del Santo che spesso sceglie partner più giovani o Nicole Kidman che a cinquant’anni suonati non disdegna scene di nudo o in lingerie sfoggiando un corpo filiforme e perfetto al pari di una ventenne.

Anche l’età matrimoniale si è notevolmente alzata, basti pensare che Kate Middleton per le sue nozze da favola ha aspettato i trent’anni, mentre sua suocera, Diana, negli anni ’80 di anni ne aveva appena venti quando sposò l’erede al trono d’Inghilterra, Carlo.

È guardando a questo grande esercito di Wonder Woman che non posso fare a meno di chiedermi se questi siano gli effetti dell’evoluzione della vita o di un’adolescenza che continua perdurare ben oltre l’età adulta, con l’illusoria convinzione che bisturi e computer possano donarci ormai un’eterna giovinezza.

Se Bette Davis in Eva contro Eva nel 1950 era considerata una donna di mezza età e quasi fuori gioco, oggi la vita ricomincia proprio a cinquant’anni. Persino i ruoli per un’attrice si fanno più interessanti con lo scorrere del tempo: l’ha dimostrato la francese Isabelle Huppert, che a sessantatré anni ha ricevuto la sua prima candidatura agli Oscar o la rossa Julianne Moore che la statuetta l’ha vinta a cinquantaquattro anni per il ruolo della linguista affetta da Alzheimer nel 2014.

Persino Maria Ripa di Meana dovrebbe rivedere il titolo della sua famosa biografia e aggiungere almeno altri dieci anni ai suoi primi quaranta, considerati allora il nuovo punto di partenza per una donna.

Anche su facebook il divario tra adolescenti e adulti si è ristretto, e genitori e figli si scoprono a condividere le stesse emozioni e gli stessi link. Sono i social a farci questo o hanno semplicemente reso il tutto più evidente?

Anche i maschi non sono da meno. Se è vero che l’uomo risente in minor misura del tempo che passa e con gli anni acquista in fascino ciò che perde in giovinezza (basti pensare a Sean Connery e Richard Gere), è altrettanto vero che in età matura c’è una voglia di ritornare ragazzini: divorzi improvvisi, compagne più giovani, voglia di paternità in età avanzata. Johnny Deep, dopo anni (non)matrimonio con Vanessa Paradis e due figli, sposa la giovanissima Amber Heard dalla quale si separerà appena due anni dopo.

Flavio Briatore nella sua vita si è affiancato a super top da tutto il mondo: da Naomi Campbell a Heidi Klum, per poi sposare la giovane Elisabetta Gregoraci a quasi sessant’anni.

Alcuni, al pari delle donne, ricorrono persino alla chirurgia plastica con risultati decisamente disastrosi: bocche siliconate, zigomi arcuati, pelle liscissima. Se sulle donne il ritocchino riesce ad avere comunque un plasticoso allure, sul maschio invece sortisce un de-virilizzante effetto che lo fa somigliare più a un manichino che a un vero uomo.

Questa voglia di regredire, di ritornare ad una prestanza fisica che va svanendo, non è solo un fenomeno fisico, ma anche mentale, imprigionando uomini e donne in un loop adolescenziale senza soluzione di continuità. Nel 40% delle cause di divorzio si dà la colpa a WhatsApp: tresche on-line, messaggi visualizzati senza risposta, chat clandestine che si autodistruggono su snapchat. I rapporti si fanno complicati tanto quanto i nuovi modi di comunicare, e ad ogni passo per esprimere virtualmente i propri pensieri e le proprie emozioni paradossalmente si ottiene l’effetto uguale e contrario di minare la comunicazione dal vivo e i rapporti reali.

Siamo andati ben oltre la chat e i siti di incontri dei primi anni 2000, vivendo sentimenti e situazioni che continuano ad alimentare l’anima infantile che è in ognuno di noi.

Un appiattimento mentale che non corrisponde all’anagrafica parabola discendente dell’uomo, che ci trasforma tutti in bambolotti e bamboccioni che non vogliono crescere ma, soprattutto, invecchiare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...