Uncategorized

Dan Brown ritorna con “Origin”, thriller tra arte moderna, scienza e tecnologia

copertina di Origin

Chi siamo? Da dove veniamo? È questa l’annosa domanda che affligge l’uomo sin dalla notte dei tempi, cui prova a rispondere Dan Brown con Origin. Dopo Roma, Parigi e Firenze, lo scrittore americano porta il suo professore-investigatore Robert Langdon, protagonista di una fortunatissima serie di libri, in Spagna, a Siviglia, dove è interamente ambientato questo nuovo attesissimo romanzo.

Per leggerlo però i fan dovranno aspettare fino al prossimo 3 ottobre, data di uscita ufficiale del libro, che sarà pubblicato in contemporanea in tutto il mondo: dall’Italia, dove il volume è pubblicato da Mondadori, agli Stati Uniti, passando per Gran Bretagna, Canada, Spagna.

Giunto al Museo Guggenheim di Bilbao per la presentazione di un importante evento durante il quale sarà annunciata una scoperta che “cambierà per sempre il volto della scienza”, il professore di simbologia e iconologia ad Hardvard, Robert Langdon, in compagnia della bella  Ambra Vidal, direttrice del museo, sarà chiamato a risolvere un nuovo enigma.

Kirsch, studente del professore vent’anni prima, sta per fare una rivelazione che potrebbe dare una risposta alla domanda sull’esistenza umana, annunciando al mondo una rivoluzionaria scoperta. L’ex studente lo fa nel modo più sensazionalistico e suggestivo possibile, con una presentazione che lascia tutti i presenti senza parole, e che anima una grande serata organizzata sin nei minimi dettagli. Tutto sembra procedere per il meglio, quando improvvisamente nel caos la preziosissima scoperta di Kirsch rischia di andare perduta per sempre.

Robert Langdon è così costretto a fuggire a Barcellona, con la missione di trovare una password criptata che possa sbloccare la scoperta di Kirsch. Aiutato dalla Vidal, Langdon percorrerà storia e religione della penisola iberica, scontrandosi con un nemico che potrebbe trovarsi all’interno delle alte mura del Palazzo Reale di Spagna.

Tra arte moderna e simbologia, Langdon e Vidal si troveranno faccia a faccia con la sconcertante scoperta di Edmond Kirsch.

Con una formula ormai consolidata negli anni, e uno schema a tratti un po’, è proprio il caso di dirlo, già “letto”, Brown mixerà ancora arte e scienza con la tecnologia più avanzata, come già successo per Angeli e Demoni e Il Codice Da Vinci, capostipiti letterari della fortunata serie di romanzi su Robert Langdon di cui anche questo nuovo volume fa parte, o come i primi thriller d’esordio quali La verità del Ghiaccio e Crypto, ci avevano lasciato presagire sin dalle prime pagine, confermando una formula che, benché stantia, continua a vincere e non cambia. Dan Brown infatti è stato tradotto in ben 56 lingue e con i suoi romanzi ha venduto oltre 200 milioni di copie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...