ART NEWS

Fede Velata, la statua gemella della Pudicizia di Cappella Sansevero a Napoli

Tra qualche giorno si conclude, dopo un breve periodo di proroga, la mostra Le Stanze Segrete di Vittorio Sgarbi, allestita dal critico d’arte al Castello Visconteo Sforzesco di Novara.

Una mostra che, come avevo già raccontato in un mio precedente post, ha reso omaggio alla bellissima collezione d’arte di Rina Cavallini-Sgarbi, madre del noto storico dell’arte, nonché grande appassionata e collezionista di opere uniche.

Innocenzo Spinazzi, Fede Velata – Santa Maria Maddalena dei Pazzi a Firenze

Non ho avuto modo di vedere personalmente la rassegna, ma sfogliandone il catalogo sono stato particolarmente rapito dall’opera di Innocenzo SpinazziFede Velata.

Antonio Corradini, La Pudicizia (o Pudicizia Velata) Cappella Sansevero a Napoli

I partenopei probabilmente avranno già capito, guardando la straordinaria somiglianza dell’opera (che vi mostro qui in una foto di wikipedia) con quella del 1752 di Antonio CorradiniPudicizia (o Pudicizia Velata), scultura che si trova all’interno della Cappella Sansevero a Napoli, dedicata a Cecilia Gaetani dell’Aquila d’Aragona, madre di Raimondo De Sangro Principe di Sansevero.

Un’opera, quella di Corradini, dai tanti significati simbolici, a cominciare dalla virtù, raffigurata come una donna che con leggiadria si appoggia ad una lapide spezzata, come la vita della Gaetani morta prematuramente. Lo sguardo perso nel vuoto, quasi inespressivo, mentre un albero della vita germoglia dal marmo in questo tema di vita e di morte che ripercorre l’intero ciclo dell’esistenza terrena.

Antonio Corradini, La Pudicizia (o Pudicizia Velata)
Cappella Sansevero a Napoli

L’opera è considerata da molti il vero capolavoro di Corradini, e a giudicare dal finissimo quanto realistico velo che copre completamente la figura della donna, è facile capirne il motivo. La Pudicizia infatti si svela in trasparenza, attraverso un tessuto leggero, perfettamente drappeggiato, che aderisce alle forme morbide della donna, evidenziandone il delicato volto e la vita, stretta appena da una cintura floreale.

Francisco Basoletti, murales
Quartieri Spagnoli a Napoli

La scultura di Corradini, protagonista di un imponente murales di Francisco Basoletti nei Quartieri Spagnoli, vuole essere anche un tributo alla velata Iside, alla quale era probabilmente dedicata una raffigurazione posta proprio dove oggi sorge la statua dello scultore italiano, anch’esso massone, e che consapevolmente aiutò De Sangro nella realizzazione di una Cappella fortemente caratterizzata dalla simbologia massonica e occulta.

L’opera dello Spinazzi si trova invece, insieme ad un’altra figura, la Penitenza, nelle nicchie del lato sinistro di Santa Maria Maddalena dei Pazzi a Firenze. Benché la scultura velata di Spinazzi somigli molto di più alla Pudicizia, lo scultore, di origine romana, ebbe probabilmente modo di vedere un’altra opera del Corradini, Tuscia (o Tucciavelata, esposta all’epoca nella capitale a Palazzo Barberini, e eseguita dal Corradini nel 1740.

La raffigurazione di quello che nella statuaria antica era il peplo, è un tema ricorrente anche nella scultura del XVIII secolo, ed è coerentemente ripreso nell’ambito del classicismo del tempo.

Innocenzo Spinazzi, La Penitenza
Santa Maria Maddalena dei Pazzi a Firenze

A Roma Spinazzi era stato allievo dello scultore Giovanni Battista Maini, dal quale apprende e riprende quell’eleganza formale che ritroviamo in sculture come la Penitenza.

Un omaggio, quello di Spinazzi, alla tradizione tardo-barocca di fine ‘700 in cui lo scultore è perfettamente inserito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...